Il Museo del Marmo

_Il Museo civico del Marmo

Fondato nel 1982 per iniziativa del Comune di Carrara, il Museo Civico del Marmo è il primo museo pubblico della città sorto per documentare e valorizzare la cultura locale del marmo. Il Museo è nel suo genere una delle realtà museali più significative della Toscana e, per alcuni aspetti legati alla marmologia archeologica ed artistica, costituisce un punto di riferimento di assoluto valore nazionale ed internazionale.

Il Museo è ospitato nelle sale dell’ex sede della Camera di Commercio di Carrara, nei dimessi padiglioni della ex Mostra Nazionale del Marmo (ebbe soltanto tre edizioni alla metà degli anni ’60), che costituisce il nucleo originario della raccolta museale.

L’allestimento, organizzato in sei sezioni (Archeologia Romana, Storia del Territorio, Archeologia Industriale, Materiali e Applicazioni Tecniche, Calchi in Gesso, Sezione Contemporanea), mostra 114 tipi di marmo escavati dalle Alpi Apuane, le antiche carte topografiche, disegni e piante archeologiche di Luni e del suo territorio, fotografie aeree e all’infrarosso.

Di particolare interesse sono la riproduzione della Tabula Peuntingeriana e la ricostruzione in marmo dell’epigrafe Salvioni, il più antico documento scritto della storia di Carrara.

Nel corso degli anni la collezione del Museo è andata progressivamente aumentando mediante acquisizioni di numerosi materiali relativi all’archeologia industriale (1984) alla scultura contemporanea (1987, con la collezione dei premi-acquisto delle Biennali di Scultura), alla marmologia archeologica ed artistica.

Il percorso è completato da uno spazio multimediale, ideato da Studio Azzurro nel 2008 per promuovere e diffondere la cultura del marmo utilizzando tecnologie audio-visive e informatiche. Attualmente la collezione contemporanea si integra con le donazioni di Mario Sasso ospitate dalle Sala Vatteroni che contiene la donazione da parte della famiglia dello scultore carrarese Felice Vatteroni.

Sito web del Museo del Marmo

Foto Sandro Petri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: